L’Antro del Mago

Scivola sull’acqua e ti avvolge silenziosamente; all’inizio non te ne accorgi, poi ti avvii quasi in trance verso l’uscio – a volte socchiuso a volte aperto – che occhieggia in basso al termine della ripida scala, seguendo l’odore. Entri e puoi immaginare una specie di ombelico segreto che collega quest’antro con il bacino increspato lì fuori. Tutti i pensieri che ti sono venuti guardando l’acqua di Santa Caterina si sono trasformati in sentori, profumi, odori speziati e benefici. Dalla penombra emergono ceramiche e vetri, cassetti e stipi, etichette e flaconi. E’ l’orto delle meraviglie catturato dal mago Giannelli che sa e qualche volta dice, che studia e lavora, ma non prega per niente.

La regola è un’altra, quella laica della conoscenza cercata e ricercata, un giorno dopo l’altro, fino a farla diventare una collezione di pensieri curanderi. Fuori le acque fremono appena, svaporando in attesa della notte.

DSCN9191DSCN9211DSCN9215DSCN9223DSCN9232DSCN9234DSCN9235DSCN9240

7 pensieri su “L’Antro del Mago

    • Sì, prodotti, erbe, spezie (magnifico curry) e persino il sapone di Aleppo, ancora fabbricato non si capisce bene come, ma non più olio di alloro solo d’oliva, ma mi pare già un miracolo che riescano a fare ancora qualcosa che non sia sopravvivere … e il Giannelli è un pozzo di conoscenza.

    • A Bagno Vignoni, all’Hortus Mirabilis, accanto alla vasca di Santa Caterina; luoghi che si spera stiano fuori portata di ricchi oligarchi che vogliono ciò che è famoso per averlo, Per il puro gusto di averlo … ma non sanno neppure cos’è quello che vogliono …

  1. Ho trovato finalmente questo modo di “colloquiare”; grazie anche per il “pozzo di scienza”, che no merito, non per falsa umiltà, ma perchè nel mio campo (come in altri, eh!) non si può mai recedere dalla continua attenzione e ricarca. E dato che la mia maggiore fonte è il passato, non c’è giorno che non trovi cose che mettono in forse quanto ho fin’ora imparato.
    E poi, il trovare persone di alta cultura come te mi onora, oltre che rendere piacevole ogni conversazione.
    Grazie ancora
    Luigi Giannelli

    • E ma caro Luigi io ti ho definito un pozzo di conoscenza, proprio perché so che cerchi e ricerchi, senza dare niente per acquisito; questo è il bello, soprattutto nei tempi attuali, con tanti tromboni in agguato. Quanto alla mia presunta cultura … sono piuttosto una persona curiosa che va a informarsi. Tutto qui. Ma sono contenta che tu abbia fatto ‘st’ingresso nel mio piccolo blog. Benvenuto!

Rispondi