“Love is a Many Splendored Thing”: buon compleanno, Gianmaria

rscn0818

Mi sono svegliata con questa canzone della mia adolescenza, che suonavamo alle feste (parquet lucidi, penombra, profumo di cera, porcellane e uova di struzzo). A quel tempo ho scoperto la flanella grigio fumo, il fascino dell’Oriente, e William Holden. La canzone è bellissima e – in quegli anni – la cantavo accompagnandomi al pianoforte. La canzone è bellissima perché è piena di promesse e di nostalgia. Buon compleanno, Gianmaria.

Rispondi