Dove comincia l’Italia

Se sei in coda in un negozio, se in quel negozio entra il membro di un’arma (che non cito per evitare grane) dopo aver parcheggiato davanti l’auto di servizio, se il suddetto si pone in bella evidenza “davanti” agli avventori che erano in coda prima di lui, se il gestore del negozio chiede ‘scherzosamente’ a tutti (dando per scontato l’assenso dei presenti): “fa niente se servo questo signore prima?!”; se ciò accade e a nessuno sembra strano, allora non dobbiamo stupirci che nella nostra Italia regnino indisturbati i Lusi, i Penati, i Bossi con il suo Trota &C, i Malinconico, e tutti gli altri ladroni che si nutrono come sanguisughe dei nostri soldi. Questa Italia incomincia da un’auto di servizio usata (anche per pochi minuti) per una commissione privata, da qualcuno che (pur non avendolo chiesto) lascia che si usi la divisa che indossa per passare davanti a dei cittadini che erano lì prima di lui.
Questa assenza di sentimento è l’inizio dei soprusi in cui stiamo naufragando.Con molti auguri di Buona Pasqua.

9 pensieri su “Dove comincia l’Italia

    • Grazie Luciano!
      Se ne uscirò bene – come pare sarà (ma ci vuole il suo tempo) – lo devo a un “chirurgo – ragazzino”, il dottor Gianmarco Tosi, che oltre ad essere un bravo chirurgo (come pare testimoni anche il mio occhio), esprime un’umanità ‘puntigliosa’ e instancabile nel seguire i propri pazienti…davvero un medico che fa bene alla struttura in cui opera – l’Ospedale delle Scotte, a Siena – e alla categoria dei medici!
      Onore al merito guadagnato sul campo!

  1. …..Tanti auguri Silvana e grazie per l’attenzione che hai verso tutti quei comportamenti che, insignificanti e trascurabili in apparenza, ci spingono pian piano verso una sempre maggiore inciviltà.

    • Grazie per gli auguri, cara Dani: l’attenzione per le piccole grandi inciviltà – che spesso cadono sulla testa dei più deboli (anche per sceta degli stessi!) – mi viene da due genitori sempre attenti, a cui sarò grata fino alla fine dei miei giorni.

  2. Ciao,Silvana…Ho provato a scriverti una cosa ma non riesco a farla “passare”….Buona convalescenza,e Auguri Post-Pasquali… Elisabetta

    • Auguri (tardivi) anche a te Elisabetta!
      Io torno a segnalare il nome del mio “inplacabile” chirurgo rompino – quasi maniacale – a cui devo la ‘salvezza’ del mio occhio, ma anche la curatela post operazione. Davvero implacabilmente bravo: dottor Gianmarco Tosi, quasi un ragazzo, tanto mi pare giovane.

  3. …vediamo se “passa”…io ho “trovato” i conducenti di ben 3 auto a giocare a flipper nel loro orario di lavoro!!! c/o bar periferico,nell’indifferenza dei pochi presenti e del gestore…..non ho potuto far le foto x segnalare la cosa..rimasta tanto male..un saluto Elisabetta

Rispondi